Sistemi Termici
A Vapore
In Depressione

Scopri il Sistema Vacumix Brevetto Vacumix
Vacumix
impianti-a-vapore-in-depressione

Impianti a vapore in depressione

Impianti a vapore in depressione del Sistema Vacumix interessano ambienti di piccole, medie e grandi dimensioni perché evidenzia delle economie nella realizzazione di impianti a vapore, consegue dei risparmi energetici, ottiene la riduzione dei costi di gestione, propone circuiti a vapore in depressione sicuri e affidabili.

Evaporazione

Evaporazione a partire da 50 – 60°C e la diffusione naturale del vapore nel circuito entro 5 – 15 minuti dalla prima attivazione del bruciatore

Circolazione

Circolazione immediata del vapore all’interno del circuito, per effetto della depressione prodotta dal dispositivo esclusivo Vacumix

Inerzia Termica

Inerzia termica molto bassa, rendendo così possibile la disattivazione dell’impianto a vapore e l’immediata diffusione del calore, evitando accumuli d’acqua e costi di gestione

Regolazione Termica

Possibilità di regolare la temperatura del vapore in partenza dalla caldaia entro i valori previsti e richiesti dall’utenza, comunque non superiori a 105°C

Processi Corrosivi

Eliminazione dei processi corrosivi perché non sono necessari reintegri d’acqua dovuti a fughe di vapore o per perdite lungo il circuito

Posizionamento

Possibilità di collocare la caldaia all’aperto, sopra il tetto, ecc. ed anche non necessariamente nelle immediate vicinanze dell’ambiente da riscaldare

Formazione Del Ghiaccio

Indifferenza alla eventuale formazione di ghiaccio in quanto, a bruciatore disattivato, il circuito di scambio è vuoto e la condensa è rientrata in caldaia

Verifiche Periodiche

Impianti a vapore in depressione del Sistema Vacumix sono escluse dalle verifiche di messa in servizio e dalle verifiche periodiche, non richiedono il collegamento alla rete dell’acqua per l’alimentazione del circuito

sistema-vacumix-in-depressione-controllata

Principio di funzionamento
Sistema Vacumix in depressione controllata

Al primo avviamento di un impianto Vacumix, cioè al collaudo, appositi rilevatori attivano automaticamente il dispositivo brevettato ed esclusivo Vacumix dando così corso alla eliminazione dell’aria dal circuito. Tale operazione produce anche una depressione controllata all’interno dell’impianto rendendo possibile l’evaporazione dell’acqua già a 50–60°C. Raggiunti i valori di temperatura e di pressione impostati, i dispositivi preposti a tali funzioni disattivano il bruciatore.

Ad impianto funzionante, la pressione non supera 0,3 – 0,4 bar e la temperatura 105°C. Ad impianto disattivato, la pressione, all’interno del circuito, è negativa cioè -0,5/-0,6 bar. La rapida messa a regime delle superfici di scambio è dovuta al limitato contenuto d’acqua esistente nell’impianto.
Per effetto della depressione controllata, prodotta e mantenuta all’interno del circuito dal dispositivo brevettato ed esclusivo Vacumix, il vapore va ad occupare tutti gli spazi liberi. Dopo lo scambio termico avviene la condensazione del vapore. La condensa, per effetto della pendenza suggerita nella realizzazione dell’impianto, rientra tutta in caldaia continuando così ad alimentare il processo di evaporazione e la conseguente diffusione del vapore nelle superfici di scambio.

Scarica il nostro Catalogo

componenti-vacumix

Componenti Vacumix

Termostrisce

 Le termostrisce per gli impianti ad irraggiamento Vacumix vengono proposte nelle versioni con lamiera in acciaio  e anche con lamiera in alluminio. Nei circuiti Vacumix, a vapore in depressione controllata, le termostrisce vengono alimentate dal fluido alla temperatura massima di 105°C.

Pannelli Radianti

Sono superfici radianti autonome – protette da brevetto Vacumix– adatte per il riscaldamento di zone od isole di ambienti; vengono installate ad altezze ritenute più opportune ed essere anche spostaste secondo le necessità e le richieste dell’utilizzatore.

Quadretto Elettrico

 Va posizionato all’interno dell’ambiente da riscaldare e viene impiegato nelle realizzazioni Vacumix ad irraggiamento e a moti convettivi. E’ un componente essenziale per gli impianti Vacumix in quanto consente di regolare e programmare il comfort nell’ambiente.

termostrisce-acciaio-alluminio

Termostrisce Vacumix

Vacumix offre due versioni di termostrisce:
Termostrisce in acciaio è composta da tubi e da lamiera di acciaio e dotata di materassino isolante. La lamiera di acciaio, opportunamente sagomata, è fissata ai tubi in modo da formare un corpo unico con gli stessi.. Vanno uniti in cantiere i pannelli mediante saldatura per ottenere lo sviluppo delle termostrisce come richiesto.
Termostrisce in alluminio è costituita da tubi di acciaio, da lamiera di alluminio, opportunamente sagomata e da posizionare in loco sopra i tubi secondo disegno. Tale soluzione consente libero gioco alle dilatazioni e allo scorrimento evitando deformazioni e scricchiolii alla struttura. Un materassino isolante viene fornito a corredo. Il minore peso specifico delle termostrisce in alluminio consentono di ridurre ancor più il tempo di messa a regime delle superfici di scambio realizzando ulteriori risparmi di combustibile. Tali caratteristiche meritano particolare attenzione dato che gli impianti ad irraggiamento vengono scelti per la rapida diffusione del calore e per la riduzione dei costi.

Tabella Rese Termiche

Termostrisce Vacumix

Termostrisce Vacumix

termostrisce-elettriche
Termostrisce Elettriche

Termostrisce Elettriche

Termostrisce Elettriche

Le termostrisce brevettate Vacumix ad alimentazione elettrica sono costituite da una serie di tubi o condotti di acciaio, da lamiera di alluminio opportunamente sagomata e posizionata sopra i tubi, da materassino isolante per evitare dispersioni termiche verso zone non previste dal progetto, da resistenze elettriche di adeguata potenza, da rilevatori per la regolazione della temperatura e per gli interventi di sicurezza, dal dispositivo brevettato Vacumix per la eliminazione dell’aria dall’apposito collettore contenente acqua. L’evaporazione avviene in tempi brevi e secondo il sistema VACUMIX. Il calore, ceduto alla superficie di scambio dal vapore prodotto nell’apposito collettore, va ad interessare l’ambiente mediante il sistema ad irraggiamento.
Le caratteristiche delle termostrisce Vacumix ad alimentazione elettrica riguardano le dimensioni (dai 2 ai 6 metri di lunghezza), il peso (dai 30 ai 55 kg a seconda dei modelli) e la potenza elettrica (dai 2 ai 4kW a seconda delle dimensioni). Le termostrisce elettriche sono a funzionamento automatico.

pannelli-radianti

Pannelli Radianti

Sono superfici radianti autonome adatte per il riscaldamento di zone od isole di ambienti; vengono installate ad altezze ritenute più opportune ed essere anche spostaste secondo le necessità e le richieste dell’utilizzatore. I pannelli radianti Vacumix sono costituiti da tubi o condotti di acciaio, da lamiera di alluminio opportunamente sagomata e posizionata sopra i tubi, da materassino isolante per evitare dispersioni termiche verso zone non previste dal progetto, da resistenze elettriche di adeguata potenza, da rilevatori per la regolazione della temperatura e per interventi di sicurezza, dal dispositivo brevettato ed esclusivo Vacumix per l’eliminazione dell’aria e per la depressione controllata all’interno del circuito, da un collettore contenente l’acqua da evaporare. Il calore viene diffuso alla superficie di scambio dal vapore prodotto nell’apposito collettore. L’evaporazione è quasi immediata e avviene secondo il sistema e le specificità proprie Vacumix. Il riscaldamento della zona o dell’isola dell’ambiente avviene con il sistema ad irraggiamento mediante la superficie di scambio costituita dal pannello radiante.
Le caratteristiche dei pannelli radianti Vacumix ad alimentazione elettrica riguardano le dimensioni (max 6m di lunghezza), il peso (max 55kg) e la potenza elettrica (da 2 a 4 KW a seconda dello sviluppo del pannello).

Pannelli Radianti

Pannelli Radianti

quadretto-elettrico-dambiente

Quadretto Elettrico D'Ambiente

Quadretto Elettrico D’Ambiente

Va posizionato all’interno dell’ambiente da riscaldare e viene impiegato nelle realizzazioni di un sistema ad irraggiamento Vacumix e a moti convettivi.
E’ un componente essenziale per gli impianti Vacumix in quanto consente di regolare e programmare il comfort nell’ambiente.
E’ composto da termostato digitale, da sonda di rilevazione e da programmatore orario per la attivazione del bruciatore e quindi dell’impianto.
Il termostato digitale rileva la temperatura dell’ambiente e la temperatura alla quale viene richiesta la regolazione.
Il programmatore orario consente di attivare l’impianto come previsto e programmato, realizzando così delle economie di esercizio ed energetiche.

god-at

Analisi

Senza-titolo-1

 

relazioni-tecniche

Relazioni Tecniche

Vacumix mette a disposizione dei tecnici alcuni utili relazioni.
Gli interessati possono richiederle a
vacumix@vacumix.it

RELAZIONE TECNICA GENERALE

STUDIO TERMOGRAFICO ALL'INFRAROSSO

RELAZIONE SU IMPIANTI COME: LUOGHI DI CULTO/IMPIANTI SPORTIVI

RISCALDAMENTO DI SERRE

RISCALDAMENTO DI AMBIENTI PER ATTIVITÁ PRODUTTIVE

RISCALDAMENTO DI AMBIENTI MONTANI NON ABITATI DA RESIDENTI

RELAZIONE TECNICA GRUPPO PENSILE MODULA

SCHEMI DI CALCOLO E VALUTAZIONI DI CONVENIENZA

PROCESSI DI ESSICAZIONE

SCHEDE TECNICHE DEI PRODOTTI

MANUALE TECNICO PER L'INSTALLAZIONE DI UN IMPIANTO

MANUALE TECNICO DI UN IMPIANTO A VAPORE

brevetto-vacumix

Brevetto Vacumix

Il Dispositivo brevettato Vacumix è composto da elementi specifici per l'eliminazione dell'aria del circuito e da altri componenti allo scopo di realizzare inoltre le specificità e i vantaggi propri del sistema termico Vacumix.

 

Questo dispositivo assicura l’ottimale funzionamento delle apparecchiature fornite e installate nell’impianto, l’eliminazione automatica dell’aria consentendo, in questo modo, la diffusione naturale e uniforme del vapore evitando la manifestazione dei colpi d’ariete e dei processi corrosivi. L’attivazione del dispositivo avviene in modo automatico e non dipende dalla pressione o dalla temperatura presenti nel circuito ma solo dal consenso di appropriati rilevatori. Il dispositivo rimane in funzione per il tempo necessario ad eliminare l’aria, ripristinando la depressione fissata in occasione del primo avviamento dell’impianto, assicurando inoltre un valore della pressione di esercizio mai superiore a 0,4 bar (circ.2117). Il dispositivo è garanzia di funzionalità dell’impianto anche con caldaie installate sopra il tetto o con superfici di scambio poste ad altezze superiori a 10 metri dal livello caldaia.

Assicura l’ottimale funzionamento delle apparecchiature fornite e installate nell’impianto escludendo l’utilizzo della componentistica tradizionalmente impiegata nelle realizzazioni alimentate da caldaie ad acqua o da caldaie a vapore (come pompe, vasi di espansione, scaricatori della condensa, regolatori di portata, liquido antigelo, ecc.) 

Attivazione automatica senza intervento di operatori con i relativi costi mediante appositi rilevatori assicurando così rendimenti termici costanti nel tempo, inoltre evita fughe di vapore.

galleria

Galleria

Impianto
Impianto
Termostriscia
Termostriscia
Termostriscia
Vacumix
Termografia
termografia

Guarda la termografia all’infrarosso

Contattaci